+39 0171 411527 info@europietre.it

Pietra naturale e manutenzione: come procedere con la pulizia

blog-img

Pietra naturale e manutenzione: come procedere con la pulizia

pulire pietra naturale Pietra naturale e manutenzione: come procedere con la pulizia

La pietra naturale è molto bella da vedere e decisamente resistente, ma come qualsiasi elemento naturale presenta una determinata porosità che la rende particolarmente sensibile allo sporco. Come possiamo agire per pulirla al meglio senza danneggiarla? Vediamolo insieme.

Esistono in commercio detergenti appositi che servono per pulire nel profondo la pietra senza danneggiarla ne graffiarla come tutti quelli a base alcalina. Solitamente si usano diluiti in abbondante acqua e applicati a spruzzo o pennello sulla superficie da pulire. Si lascia poi agire qualche minuto e si termina con un abbondante risciacquo in modo da eliminare ogni traccia di detersivo. Per essere sicuri di eliminare ogni traccia di componente chimico si può usare una idro pulitrice. I detergenti alcalini si usano per la maggior parte per rimuovere grassi e unti, ma anche incrostazioni di smog e fumo soprattutto nel caso di facciate esterne. Si usano invece detergenti a base acida per eliminare i residui di posatura dal granito o comunque per eliminare lo sporco più resistente. Non si devono mai usare però i prodotti a base acida nel caso di si sia di fronte a pietre carbonatiche come marmo, calcare o tufo.

Quando invece ci troviamo di fronte e a macchie di vernice queste possono essere eliminate con l’uso di prodotti specifici a base acquosa senza solventi. Una volta pulita la superficie si consiglia di proteggerla con l’uso di un antigraffiti cioè un prodotto che crei una sorta di patina sulla superficie ed eviti la penetrazione in profondità dello sporco in modo che sia facile eliminarlo utilizzando la forza dell’acqua a pressione piuttosto che uno sverniciatore non eccessivamente potente. Questo particolare protettore è a base di cere e resine inodori e ecologiche che non alterano la superficie sulla quale vengono spalmati, purché vengano messi seguendo determinati accorgimenti. Ad esempio si devono stendere due mani incrociate di prodotto con l’aiuto di un panno asciutto o di un pennello. Nel caso in cui si usi su un materiale grezzo, allora una volta asciugato il prodotto conferirà un aspetto opaco al materiale che si elimina facilmente frizionando con un panno umido e pulito.

Photo Credit

Articoli correlati

I cordoli in pietra sono bellissimi e soprattutto molto resistenti. Disponibili in diverse finiture e misure, possono avere dei richiami catarifrangenti per garantire la massima sicurezza, qualora vengano utilizzati nelle isole spartitraffico o nelle rotonde stradali.  Ma i suoi utilizzi sono molteplici: possono infatti essere utilizzati per le strade e quindi per delimitare determinate zone, ma anche nei […]

Cosa sono i dissuasori? Regolamentati dall’art. 42 del Codice della Strada, i dissuasori sono dei dispositivi fissi o rimovibili, atti a impedire la sosta o il passaggio dei mezzi. Possono essere utilizzati anche per delimitare aiuole o aree pedonali, limitare aree verdi o zone private. In questo ultimo caso è il proprietario che deve farne richiesta […]

Leave a comments