+39 0171 411527 info@europietre.it

Battitura cubetti: il finale giusto per una buona posa in opera

Battitura cubetti: il finale giusto per una buona posa in opera

posa battitura cubetti porfido Battitura cubetti: il finale giusto per una buona posa in opera

Ricordate il video sulla posa in opera dei cubetti? Bene, oggi vorremo continuare sull’argomento e parlarvi di una delle fasi finali della posa cioè la battitura. Il compito della battitura è quello di far raggiungere ai cubetti in pietra naturale la posizione finale e si esegue comprimendo i cubetti stessi.

Battitura cubetti: procedimento
Una volta posizionati i cubetti nella loro sede si passa al riempimento degli spazi vuoti con l’ausilio di sabbia. Per questa procedura si usano degli appositi spazzoloni. Dopo aver pulito la superficie si passa alla battitura vera e propria con piastre vibranti che possono essere dimensionate a seconda della superficie da sistemare e della dimensione dei cubetti stessi. Per agevolare il lavoro della piastra si passa prima della battitura un getto di acqua che contribuisce a compattare la sabbia inserita tra un cubetto e l’altro.
La piastra deve procedere in ambo i sensi: due passate in senso verticale (una in direzione opposta all’altra) e due in senso orizzontale (anch’esse in direzione opposta l’una rispetto all’altra). L’operazione va ripetuta fino a che il pavimento non è del tutto spianato e appare lineare.

Nelle pavimentazioni in pietra naturale create con cubetti esistono zone che sono difficili da appianare con l’aiuto della piastra meccanica come ad esempio quelle vicine ai marciapiedi o alle isole spartitraffico. In questi punti particolari si usa solitamente la mazzeranga un attrezzo che consente la battitura a mano dei cubetti. La mazzeranga è formata da un’impugnatura lunga e da una piastra d’acciaio o di legno all’estremità che è quella che andrà a contatto con i cubetti per batterli e appianare la superficie.
L’occhio attento del posatore vedrà in questa fase tutti i difetti di posa e avrà il tempo di rimediarvi. È importante che questa fase avvenga durante la battitura prima della fase successiva, cioè prima della sigillatura.

Articoli correlati

La pietra naturale ha caratteristiche fisiche e meccaniche uniche in termini di resistenza, ma ci sono alcuni fattori che vanno a minare queste straordinarie proprietà, primo fra tutti l’usura. Le pietre naturali usate in pavimentazione per esterni sono soggette a tante sollecitazioni: meccaniche, chimiche e naturali. Con “meccaniche” intendiamo tutte quelle operazioni che possono danneggiare […]

Ogni giardino che si rispetti ha bisogno di un’armonica disposizione degli spazi, che siano quelli dedicati al relax dei padroni di casa o quelli dediti all’alloggiamento delle piante. Per riuscire a creare zone dedicate e allo stesso tempo un’area bella da vedere, è possibile affidarsi alla pietra. Possiamo utilizzarla per creare aiuole più o meno […]

Leave a comments